TAYLOR GUITARS : WOOD , STEEL AND …EBANO !


Anteprima “Wood&Steel” Edizione estiva

Con l’uscita dell’edizione estiva di Wood&Steel dietro l’angolo, abbiamo pensato di condividere con voi in lingua Italiana alcuni degli argomenti trattati in questo numero.

Wood & Steel in Italiano vedrà infatti probabilmente la luce solo all’inizio del 2013.

In copertina troveremo uno special report sulla situazione dell’ebano nel mondo.

L’articolo parla della nuova “miniera” di ebano in Camerun della  Taylor.

Bob Taylor ci parla delle sempre maggiori difficoltà nel reperire l’ebano, del contesto che Taylor sta sviluppando per un commercio equo, legale e sostenibile e del possibile impatto che questa mossa di Taylor avrà sul resto del mercato.

Se masticate un po’ d’inglese , eccovi un video di Bob Taylor che ci parla di questo . guardatelo qui.

Online anche una photo gallery per darvi un’idea delle operazioni in corso in Camerun.

Tra le altre storie di questa edizione troviamo: un’articolo sui dealers Taylor che coltivano una forte collaborazione con la propria comunità attraverso i loro negozi; una presentazione delle ultime chitarre aggiunte alla serie Builder’s Reserve, e suggerimenti da artisti open-mic.

Infine una nuova puntata della caratteristica rubrica ”Ask Bob”. Il nuovo numero è in uscita dalla prima settimana di Luglio.

 

La segheria Crelicam in Camerun

 

Verso la fine del 2011, Taylor Guitars e Madinter Trade S.L, un distributore internazionale di chitarre e legni per la fabbricazione di strumenti musicali, cominciano una collaborazione per acquisire Crelicam, una “miniera” / segheria di ebano situata nelle vicinanze di Yaoundè, in Camerun. Attualmente la principale risorsa per l’ebano utilizzati nell’industria degli strumenti musicali.

I nuovi proprietari condividono la medesima visione lungimirante per quel che riguarda il reperimento e la lavorazione dell’ebano, una visione che offre la possibilità per la comunità locale sia di investire che di arricchirsi, assicurandosi che la raccolta dell’ebano si svolga in mondo legale, etico e sostenibile.

 

L’ebano è stato a lungo utilizzato nell’industria delle chitarre, ad esempio per le tastiere, e nel corso degli anni, una combinazione di richieste del mercato, le scadenti condizioni economiche dei paesi fornitori, come il Camerun, e una mancata organizzazione delle foreste, hanno portato l’ebano ad essere venduto a tariffe svalutate. Questi fattori hanno portato al peggioramento delle condizioni economiche dei paesi fornitori, a salari bassissimi dei lavoratori ed ad un clima di approvvigionamento irresponsabile.

La Taylor-Madinter è attivamente coinvolta nel tentativo di cambiare tutto ciò.  L’azienda ha cominciato osservando attentamente le realtà presenti nel processo di estrazione dell’ebano nelle foreste del Camerun, che è considerato l’ultima frontiera per questo legno. Come molti altri legni utilizzati per la liuteria, l’ebano cresce con diverse colorazioni; infatti, solo 1 su 10 alberi presenta la colorazione nera uniforme che da anni si utilizza nel settore della musica. Questa storica preferenza per l’ebano nero, assieme ai metodi di raccolta primitivi e all’assenza di un’appropriata gestione forestale, ha portato a sprechi notevoli. Vista lo scarso valore sul mercato del legname variegato, i taglialegna locali hanno per anni tagliato alberi di ebano fino a trovare quelli con il legname uniformemente nero, lasciandosi alle spalle gli altri alberi abbattuti. Con questa consapevolezza l’industria della musica non può più permettersi di esigere esclusivamente ebano nero.

“Dobbiamo utilizzare l’ebano che la foresta ci offre” enfatizza Bob Taylor, co-fondatore di Taylor Guitars, che da allora ha incontrato diversi prominenti produttori di chitarre per diffondere la consapevolezza di queste nuove realtà riguardanti la raccolta del legno. Anche se le condizioni attuali non significano ancora che i giorni della caccia all’ebano nero siano del tutto alle spalle, significano che se vogliamo assicurare una scorta sostenibile di ebano per le future generazioni di musicisti, dobbiamo essere pronti ad accogliere una maggiore diversità estetica.

 

Taylor-Madinter ha dato una svolta alla vita dei suoi dipendenti, molti dei quali hanno intere famiglie a carico, con significativi miglioramenti sia nelle paghe che nelle condizioni di lavoro. L’azienda ora lavora in linea con le leggi lavorative statunitensi, e le paghe dei dipendenti sono state raddoppiate. L’obbiettivo di Taylor-Madinter  è quello di istruire i dipendenti alla lavorazione del legno, in modo da ottenere un prodotto semi-finito di buona qualità direttamente nella segheria. Questo aggiungerà più valore all’ebano, creerà posti di lavoro e permetterà ai Camerunesi di usufruire economicamente delle loro risorse naturali.

 

Essendo proprietari della Crelicam, Taylor-Madinter ha una presenza diretta in Camerun e ha tutti i permessi necessari per acquisire legalmente l’ebano. Ai clienti che desiderano costruire strumenti, che fanno affidamento sul legno, e per i proprietari di chitarre Taylor, l’azienda assicura che tastiere, ponti e altre  parti in ebano usate per le chitarre, sono state prodotte con legno acquisito legalmente ed eticamente, tenendo a cuore la sostenibilità a lungo termine.

 

 

Taylor Sessions’’ Artist Videos

Taylor è da sempre favorevole alla condivisione della musica e delle storie dietro i suoi artisti. Con questo in mente nel corso degli ultimi mesi è stato prodotto diverso materiale video esclusivo , realizzato con set acustici live e interviste, molte delle quali appaiono nella nuova pagina ‘Taylor Session’ su taylorguitars.com.

A tale proposito Eric Bass e Zach Myers dei Shinedown ci raccontano le loro esperienze passate a scrivere sul tourbus con una Taylor T5. The Dirty Heads, band rock/raggae hip-hop della bassa California si esibiscono con il loro nuovo pezzo ”Spread Too Thin”.  Keifer Thompson della band country Thompson Square ci racconta dei difficili anni che hanno preceduto il successo della band. Il musicista blues Micheal Williams ci suona una versione acustica della sua canzone ‘The Apology”. Inoltre troviamo diverse hotel room sessions riprese al Folk Alliance Conference di quest’anno, con Jimmy LaFave, Brian Ashley Jones, Caleb Hawley e altri ancora.

Vi ricordiamo anche che invitiamo tutti i possessori di chitarre Taylor a pubblicare loro foto con relativo strumento sulla nostra pagina di Facebook http://www.facebook.com/#!/taylorguitars.italia , in concomitanza con il concorso ME & MY TAYLOR , promosso dalla Taylor negli U.S.A.

TROVI I RIVENDITORI SELEZIONATI TAYLOR A QUESTO LINK : CLICCA QUI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...